Archivio

Archivio per la categoria ‘Società’

Avviso importante!

28 Marzo 2018 Commenti chiusi

Abbiamo trasferito tutti i dati al nuovo indirizzo:

https://bondeno.wordpress.com/

Categorie:Internet, Primo piano Tag:

Corso di calligrafia cinese

22 Marzo 2018 Commenti chiusi
Categorie:arte, Corsi Tag: ,

Siepi per i cimiteri

22 Marzo 2018 Commenti chiusi

Il 2018 era cominciato con gli interventi nei cimiteri di Burana, Settepolesini, Ospitale e Stellata, per i quali sono stati messi complessivamente a disposizione 61mila euro. Ora inizia, però, anche la seconda fase degli interventi necessari a restituire il decoro in altri due nuovi campi santi frazionali: quelli di San Biagio e Scortichino. «La manutenzione straordinaria delle strutture cimiteriali è un impegno che abbiamo preso con i nostri cittadini, durante in vari incontri frazionali svolti sul territorio, nel corso dell’ultimo anno – ricorda il sindaco Fabio Bergamini –. Crediamo che i primi interventi, per restituire decoro ai luoghi in cui le persone si recano sulle tombe dei loro cari, siano assolutamente necessari. Andando a rifunzionalizzare, a lavori conclusi, gli stessi passaggi pedonali e riqualificando la chiesetta del cimitero di Gavello. Ora si tratta di dare seguito alla piantumazioni delle siepi, fortemente volute dalle persone che hanno partecipato agli incontri su tutto il territorio comunale». Il progetto complessivo è stato redatto dal geometra comunale, Riccardo Guerzi, il quale ha predisposto un piano dettagliato, comprensivo anche di un computo metrico/estimativo, e che ora arriva alla sua fase esecutiva. Il progettista Guerzi si è avvalso della collaborazione del tecnico Elena Bonora. Per i lavori sono stati stanziati 50mila euro, comprensivi di Iva e oneri per la sicurezza. Per prima cosa, gli interventi si propongono di preparare il terreno (rimuovendo anche le radici eventualmente rimaste delle siepi scomparse a causa di un parassita, anni fa) per la successiva messa a dimora delle nuove specie arbustive. Il progetto prevede inoltre anche l’introduzione di un sofisticato impianto di irrigazione. «Un impianto a goccia, temporizzato – rivela l’assessore ai lavori pubblici, Marco Vincenzi –. Il quale permetterà una corretta gestione delle risorse idriche, senza sprechi».  L’intervento passato al vaglio della riunione di Giunta di giovedì scorso risulta «conforme alla disciplina urbanistica vigente», ed avrà attuazione non appena il maltempo allenterà la morsa. «Per arrivare alla bella stagione – assicura l’Amministrazione – con i nostri cimiteri restituiti a loro originale decoro».

Categorie:ambiente Tag: ,

Corso introduttivo di lingua cinese

20 Marzo 2018 Commenti chiusi
Categorie:Corsi Tag:

Traguardo lavoro

15 Marzo 2018 Commenti chiusi

Traguardo lavoro. Nuove opportunità per chi cerca lavoro a Cento e nell’Alto Ferrarese’. È questo il tema del convegno programmato per giovedì 15 marzo e organizzato dal Comune di Cento in collaborazione con l’Agenzia Regionale per il Lavoro, con Centoform e con il Consorzio Cento Cultura.

L’incontro ha lo scopo di presentare le nuove iniziative disposte dalle istituzioni nazionali e locali per la promozione dell’occupabilità e l’inserimento lavorativo di tutte le persone in cerca di nuova o prima occupazione. L’obiettivo è quello di accompagnare le persone nell’inserimento nel mercato del lavoro, aumentando e aggiornando le loro competenze per renderle compatibili con il mercato, utilizzando gli strumenti della formazione professionale, dell’orientamento, dei tirocini formativi.

«L’inserimento nel mondo di lavoro, e la messa in campo di azioni per favorire l’occupabilità, sia dei giovani sia dei meno giovani, è un tema centrale per la nostra Amministrazione Comunale – commenta il vicesindaco Simone Maccaferri -. Già nei mesi scorsi abbiamo promosso, con una apposita convenzione, iniziative di orientamento al lavoro rivolte a persone fragili e vulnerabili».

In questa direzione va anche la stretta collaborazione con l’Agenzia Regionale per il Lavoro, con Centoform e con il Consorzio Cento Cultura.

«L’azione di questa Amministrazione, grazie soprattutto al servizio Informagiovani e a tali importanti collaborazioni, si sviluppa su tre assi principali: comprendere le esigenze delle aziende del territorio, qualificare l’offerta di lavoro per rispondere alle necessità in termini di esperienze e competenze e, infine, facilitare la conoscenza delle imprese e dei profili richiesti da parte della cittadinanza. Importante è agire in maniera coordinata e coerente per ampliare gli orizzonti e lavorare in una logica sovracomunale. Per questo gli amministratori dei comuni limitrofi sono stati invitati a prendere parte attiva all’evento del 15 marzo e a ragionare su collaborazioni specifiche volte a valorizzare servizi professionali e di qualità».

«È particolarmente importante – aggiunge la responsabile formazione di Centoform Stefania Casalini – sottolineare la nuova rete dei servizi per il lavoro che vede la collaborazione dei soggetti pubblici e privati per massimizzare l’occupabilità delle persone e l’effettiva occupazione sul territorio. In questo momento le opportunità per chi cerca lavoro sono diversificate e vanno dalla possibilità di un affiancamento personalizzato nella ricerca alle opportunità formative sulle competenze chiave per la rioccupabilità, come l’informatica, l’uso delle lingue straniere e le competenze personali di comunicazione efficace e team working; così come le opportunità riservate alle persone con particolari fragilità. Centoform è in prima linea in tutte queste azioni e sta cercando di creare reti territoriali (tra enti, soggetti pubblici ed aziende) che arricchiscano il tessuto sociale in termini di sviluppo economico e culturale».

Categorie:Primo piano Tag: ,

Informatica per tutti

15 Marzo 2018 Commenti chiusi

Pacchetti da 16 e 32 ore, per alfabetizzare i cittadini all’informatica di base, alla comunicazione online, ai pacchetti office ed ai principali applicativi. Senza dimenticare, naturalmente, Internet, la posta elettronica e i social-media. Si comincia da qui, perché il 2018 dovrà essere, nelle intenzioni del sindaco Fabio Bergamini, «l’anno della formazione. Una nuova stagione destinata, da una parte, a creare le nuove competenze di cui il mercato del lavoro ha bisogno, mentre dall’altra abbiamo la necessità di avvicinare alle nuove tecnologie ed ai nuovi linguaggi i cittadini disoccupati che possono essere in maggiore difficoltà». Il sindaco lo aveva annunciato anche nell’illustrare i programmi di inizio anno: percorsi per aiutare i giovani a trovare la giusta strada, formando persone anche non più giovanissime nella direzione di professioni che il mercato richiede (e non trova). Ma non ci si dimentica neanche di chi trova oggi grosse difficoltà con le tecnologie informatiche, assolutamente indispensabili nella vita di tutti i giorni. Lo Ial Emilia-Romagna diretto da Enrico Benatti ha aperto con l’inizio di marzo le iscrizioni a vari corsi finanziati da Regione e cofinanziati da Ue, che si svolgeranno sia nella sede di via Montebello 46 (a Ferrara), che in quella di via per Zerbinate 31, a Bondeno. «I corsi sono gratuiti – dice Bergamini – e partiranno dall’analisi dei cambiamenti sociali portati dalle nuove tecnologie, per poi addentrarsi nell’uso dei vari pacchetti applicativi. Nei prossimi mesi ci si concentrerà anche sulle altre necessità che le aziende hanno palesato, cercando di offrire ai futuri lavoratori una formazione più specifica e mirata». Intanto, i corsi di informatica in partenza si occuperanno di alfabetizzazione informatica di base, “comunicazione e Office”, “Internet, mail e Social-media”. Ogni attività partirà al raggiungimento del numero di 8 partecipanti. Per informazioni e iscrizioni: 0532-206521. Mail: sedeferrara@ialemiliaromagna.it.

 

Categorie:Corsi Tag: ,

Scuole a Bondeno

6 Marzo 2018 1 commento

Qualche settimana fa erano arrivati i numeri delle pre-iscrizioni degli istituti superiori: Ipssc e liceo scientifico di Bondeno. Ora il quadro è completo, con un tutte le cifre inerenti alle iscrizioni per il prossimo anno scolastico, negli istituti di ogni ordine e grado. Nel dettaglio, sono 71 i bambini iscritti alle scuole primarie del capoluogo, suddivisi in 39 che frequenteranno il tempo pieno e 32 i corsi “a modulo”. 15 gli iscritti alla prima classe delle scuole primarie di Scortichino, un plesso che conta circa un centinaio di alunni frequentanti. Per le scuole secondarie di primo grado (ex medie) di via Gardenghi, complessivamente sono 98 gli studenti iscritti che prenderanno il via alle lezioni a settembre.  A questi numeri vanno aggiunti naturalmente quelli che già si conoscevano: vale a dire, le 77 iscrizioni ai due istituti di via Manzoni: liceo e Ipssc. Ripartiti in 32 nuovi iscritti all’Istituto tecnico e 45 al liceo scientifico, con la probabilità, dunque, della creazione di due classi prime al via dell’anno scolastico 2018-2019, sia per il liceo che per il professionale. Di un «riconoscimento alla qualità dell’offerta formativa», parlano il sindaco Fabio Bergamini e l’assessore alla scuola matildeo, Francesca Aria Poltronieri. «In questi anni, l’investimento sui plessi è stato importante – sottolineano dall’Amministrazione comunale – per quel che riguarda la realizzazione delle scuole antisismiche, agli interventi di adeguamento dell’istituto Bonati di via Gardenghi programmato per quest’anno, ma anche in generale sulle politiche scolastiche: borse di studio per gli studenti meritevoli che si accingono ad iscriversi ai corsi universitari, contributi per l’acquisto di libri di testo per i neo-iscritti, ingenti risorse per trasporto scolastico, mense, laboratori didattici e servizi di pre e post-scuola». Insomma, se la concorrenza con gli istituti dei territori confinanti è un fattore da non trascurare, la qualità dell’offerta didattica e dei risultati formativi (certificati per le scuole superiori anche dalla Fondazione Agnelli) sono il punto di forza del patrimonio scolastico matildeo.

Erika Chillemi

http://comunebondenofe.it/2067-numeri-iscrizioni-scuole-di-bondeno

Categorie:scuola Tag: ,

Assenti giustificati

1 Marzo 2018 Commenti chiusi

Pericolo ghiaccio su tutte le strade del ferrarese

Tutti i servizi sanitari d’emergenza-urgenza 118 sono stati potenziati

con ulteriori mezzi, personale e volontari in turno

Possibili disagi nei Punti Prelievo e sanitari per rallentamenti della consueta attività

Aggiornamenti Allerta Meteo:  https://allertameteo.regione.emilia-romagna.it

 

 

Ferrara, 1 Marzo 2018. Le precipitazioni nevose di queste ore, per il costante abbassamento delle temperature  si stanno trasformando in  gelate diffuse e  sulle strade ci sarà neve che ghiaccia: una situazione ad altissimo rischio per incidenti automobilistici e cadute di pedoni e ciclisti.

Ausl Ferrara  invita, pertanto, la popolazione tutta, quella anziana in particolare, ad evitare, se possibile, di uscire di casa e di mettersi in strada solo in casi di estrema necessità e, in quel caso, prestando la massima attenzione, adeguatamente attrezzati e assistiti.

Si ricorda ai cittadini che queste eccezionali condizioni meteorologiche avverse sono considerate giustificazioni ammesse per la mancata disdetta nei tempi previsti degli appuntamenti sanitari prenotati.

La conseguente impossibilità a recarsi nelle strutture sanitarie per visite, esami e prelievi  non è, quindi, oggetto di sanzione per mancata disdetta.

Infine, per non correre inutili rischi legati a non indispensabili spostamenti su strada, ricordiamo che è sempre possibile fare le prenotazioni di visite ed accertamenti  nelle farmacie abilitate oppure telefonando al numero verde 800532000, o collegandosi  al sito www.cupweb.it  Numero Verde: 800 44 88 22

L’ Allerta ARANCIONE diramata dalla Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna- per tutta la provincia di Ferrara, Bologna, Modena, Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini e Parma-Piacenza  fino alla mezzanotte di Venerdì 2 Marzo. Aggiornamenti in tempo reale su: https://allertameteo.regione.emilia-romagna.it/homepage

Riccardo Forni Ufficio Stampa – Comunicazione  www.ausl.fe.it

Categorie:Primo piano, sanità Tag:

Airone si trasferisce a Ospitale

17 Febbraio 2018 1 commento
pubblicato: Venerdì, 16 Febbraio 2018 10:28
Scritto da Erika Chillemi

sd

L’Airone si prepara a spiccare il volo verso Ospitale. Troverà una nuova “casa”, ancorché temporaneamente, all’interno delle ex scuole della località bondenese. Per consentire, nell’ormai imminente primavera, di inaugurare il cantiere di Casa Bottazzi. Secondo quanto prevede il progetto transitato anche in Consiglio comunale, l’antico palazzo che si trova in pieno centro storico dovrà essere ristrutturato internamente, «Per rispondere – avverte l’assessore alle Politiche sociali, Cristina Coletti – alle novità normative che sono state introdotte e che è necessario rispettare per avere l’accreditamento. L’obiettivo è quello di utilizzare le risorse derivanti dalla rimodulazione dei “Contratti di quartiere” e quelle comunali, per realizzare cinque appartamenti, di diverse dimensioni e composizione, destinati al progetto del “dopo di noi”». Si pensa, quindi, a dare un futuro a persone che per la comunità possono rappresentare una risorsa, operando in favore della loro inclusione sociale, in particolare pensando ad un futuro in cui non dovessero più avere loro cari vicini.

Casa Bottazzi è da sempre un luogo dedicato alla cura e al sostegno delle fasce più deboli: al suo interno, negli ultimi anni, si sono articolate con successo le attività de L’Airone e dei centri socio-occupazionali Cerevisia e Free Time. Logico, quindi, pensare anche ad un futuro per questi centri. «Le ex scuole di Ospitale – avverte il sindaco di Bondeno, Fabio Bergamini – sono una struttura che si presta, anche per la vicinanza al capoluogo, ad ospitare provvisoriamente il centro L’Airone. L’Amministrazione sta progettando da tempo una riqualificazione in chiave socio-culturale del plesso, che andrà adeguato anche sul piano dei servizi interni (penso agli impianti igienico-sanitari, che vanno strutturati per i diversamente abili) e che saranno funzionali anche in seguito. Quando L’Airone tornerà a Casa Bottazzi e troveremo, dunque, una definitiva funzione per le ex scuole». «La soluzione – precisa Coletti – è piaciuta moltissimo agli stessi operatori di Coop Serena (operanti nel centro Airone; ndr) anche per la possibilità di utilizzare il parco per varie attività. Acer si occuperà dell’adeguamento della struttura, che avrà il compito di accogliere il centro ed i suoi ospiti».

Intanto, in attesa del temporaneo trasferimento del centro socio-occupazionale diurno, in primavera aprirà il cantiere di Casa Bottazzi, per la creazione di cinque appartamenti: tre di grandi dimensioni, per gruppi di 6 ospiti, e tre di metratura più contenuta, per due ospiti ciascuno. Tra le migliorie introdotte, è previsto anche l’impianto di condizionamento del primo piano. Per il  progetto, già votato dal Consiglio comunale, è previsto un finanziamento complessivo da 1 milione 354mila euro, finanziati per circa 932mila euro da contributi statali e regionali e per 413mila euro da risorse comunali.

http://comunebondenofe.it/2039-airone-si-trasferisce-a-ospitale

 

Categorie:Società Tag: ,

Incontro su allevamenti intensivi e biogas

7 Febbraio 2018 1 commento

Ora l’ultima parola sul maxi allevamento di Finale spetta alla Giunta regionale, dopo che martedì 6 febbraio in Regione si è conclusa la valutazione di impatto ambientale.

All’incontro erano presenti il Comune di Finale con l’assessora Beatrice Barberini ed i tecnici, quello di Bondeno e il consorzio di Bonifica di Burana, oltre che i tecnici regionali.

Nel corso della riunione il Comune di Finale ha chiesto molte opere compensative, mentre Arpae ha imposto limiti nelle emissioni.

Il progetto del gruppo Cascone prevede la realizzazione di un nuovo capannone, in sostituzione delle strutture danneggiate dal sisma, in grado di ospitare fino ad un massimo di 2160 posti per un totale di 3mila animali circa. Nei mesi scorsi è partita anche una raccolta firme per bloccare il progetto e numerose sono state le voci contro il maxi allevamento.

Intanto domani sera a Bondeno (ore 20.30, sala 2000 in via Matteotti, 10) si terrà un incontro su allevamenti intensivi e biogas. Tra i partecipanti anche l’Osservatorio civico “Ora tocca a noi” in prima linea contro l’allevamento di Finale.

LEGGI ANCHE:

The post Maxi allevamento, c’è l’ok della Regione appeared first on SulPanaro | News.

Categorie:ambiente Tag: ,